IL TURISMO PARLA DIGITALE: ESPERTO NELLA GESTIONE DELL'ACCOGLIENZA CON DIGITAL MARKETING - CORSO A VOUCHER

A Voucher

Proposto da: Computer Learning SC

Contenuti

Categoria corso
PROFESSIONALIZZANTI
Tipologia di corso
Turismo
Modalità di svolgimento della formazione
FAD
Descrizione della modalità di formazione

Il percorso formativo, per una durata totale di 234 ore, si articola in 14 moduli caratterizzati da un’alternanza tra fasi d’aula e di laboratorio svolte in FAD sincrona, più il tirocinio obbligatorio in un’azienda del territorio, per un totale di 15 moduli. In particolare (fatta eccezione per il primo incontro introduttivo, quello di bilancio finale, e alcuni moduli “trasversali”), i moduli 2-3-4 (come blocco unico) e 5-7-9-10 sono concepiti come una sorta di “capitoli” del corso, in un’ottica integrata ma auto-sussistente, in relazione alla formazione delle competenze traguardo: ciascuno di questi moduli proporrà una prima fase d’aula seguita da un relativo laboratorio, professionalizzante rispetto ad una specifica area di attività. La parte di formazione d’aula/laboratorio, di 154 ore sarà propedeutica alla fase di tirocinio di 80 ore; fatta eccezione per l’ultimo modulo, che prevede un incontro di 4 ore al termine del tirocinio per trarre il bilancio di fine corso. A livello di durata temporale, il corso verrà svolto nell’arco di circa due mesi e mezzo, con frequenza per circa 6 ore al giorno dal lunedì al venerdì durante la fase d’aula/laboratorio (primo mese e mezzo); part-time per 4 ore al giorno durante la fase di tirocinio (secondo mese).

Certificazione rilasciata
Attestato di frequenza
Sintesi dei contenuti

MODULO 1 - Introduzione, patto formativo (2 ore)

MODULO 2 - Analisi dell'informazione turistica (8 ore)

MODULO 3 - Tecniche e strumenti di comunicazione online (16 ore)

MODULO 4 - Promozione del prodotto turistico (16 ore)

MODULO 5 - Gestione delle prenotazioni (16 ore)

MODULO 6 - Normativa privacy per il servizio turistico (4 ore)

MODULO 7 - Gestione dell'accoglienza e della relazione (32 ore)

MODULO 8 - Norme e procedure igieniche (8 ore)

MODULO 9 - Gestione dell'assistenza e congedo (24 ore)

MODULO 10 - Elementi di contabilità e amministrazione (8 ore)

MODULO 11 - Sicurezza sui luoghi di lavoro (8 ore)

MODULO 12 - Ricerca attiva del lavoro (4 ore)

MODULO 13 - Preparazione al tirocinio (4 ore)

MODULO 14 - TIROCINIO OBBLIGATORIO IN AZIENDA (80 ore)

MODULO 15 - Bilancio finale (4 ore)

Moduli

1 - Introduzione al corso

Il primo modulo è orientato anzitutto alla conoscenza dei partecipanti e alla condivisione del patto formativo, indispensabile per stabilire un buon clima di gruppo e responsabilizzare i corsisti verso i traguardi di apprendimento. Di seguito viene svolta un’introduzione alle attività che verranno sviluppate durante il corso, mediante presentazione di esempi concreti tratti dai contesti professionali.

Obiettivi specifici:

  • Conoscere e condividere il patto formativo e il programma del corso
  • Stimolare la conoscenza tra i partecipanti e la condivisione delle esperienze pregresse
  • Conoscere la specificità e valore aggiunto del profilo professionale oggetto del corso

Contenuti:

-        Discussione patto formativo;

-        Presentazione e conoscenza reciproca dei partecipanti, condivisione delle esperienze di lavoro precedenti (se presenti);

-        Presentazione della figura professionale oggetto del corso (storia ed evoluzione) e relative competenze traguardo;

-        Presentazione e discussione di esempi tratti da diversi contesti nel comparto turistico trentino (albergo, rifugio, struttura ricettiva/ristorativa).

Ore: 2
2 - Analisi dell’informazione turistica

Dopo il modulo introduttivo, i moduli 2-3-4 entrano nel merito della competenza che va ad accrescere significativamente il valore aggiunto della figura oggetto del percorso: la capacità di gestire le informazioni turistiche allo scopo di promuovere l’offerta della struttura specie attraverso gli strumenti digitali (web marketing per il turismo), con l’obiettivo di massimizzare le presenze nella struttura ricettiva.

In particolare, il secondo modulo pone le basi di conoscenza dell’impresa turistica e del territorio atte a saper ricercare, selezionare, rielaborare le informazioni essenziali per la successiva formulazione di un’offerta promozionale puntuale ed efficace che si integra e valorizza nella filiera locale.

Obiettivi specifici:

  • Interpretare il contesto territoriale in ordine alle potenzialità di strutture e servizi utili per i turisti
  • Individuare e stimare le migliori fonti da cui trarre le informazioni e i successivi aggiornamenti
  • Selezionare le informazioni da acquisire sull’offerta di iniziative, itinerari, strutture, ecc.
  • Applicare tecniche per la raccolta, l’organizzazione, l’archiviazione delle informazioni
  • Comprendere le trasformazioni che le tecnologie informatiche hanno introdotto nel mercato turistico

Contenuti:

-        Il comparto turismo in Provincia di Trento e le tendenze a livello locale e globale;

-        Le strutture turistiche e ricettive: tipologie, servizi, organizzazione;

-        Geografia turistica del territorio;

-        Cenni di storia del territorio e dei beni artistici locali;

-        Le politiche e le strategie turistiche con orientamento al cliente (chi è e cosa cerca);

-        Analisi delle fonti:

  • I riferimenti a valore sul territorio (APT, pro-loco, agenzie)
  • Ricerca informazioni sul web (principali motori di ricerca, sito web della struttura, portali, Online Travel Agencies – OTA/OLTA, esame profili Booking)

-        Analisi delle indicazioni strategiche:

  • Individuazione elementi di innovazione (es., “short break”, offerte smartbox, pacchetti);
  • Valutazione segmento/quota di mercato (pensare l’offerta per tipo di cliente/esigenza: es., turismo russo, di lusso, invernale; turismo italiano “visita culturale” di breve permanenza);
  • Valutazione standard di qualità, servizio, prezzo.

-        Tecniche di archiviazione e classificazione manuale e digitale delle informazioni;

-        Concetti fondamentali della comunicazione online: principali teorie comunicative implicate dalle tecnologie informatiche (comunicazione non direttiva, user-generated content, interattività)

-        Esercitazione in piccoli gruppi: web-quest su case studies selezionati in base a motivazioni, esperienza, aspettative dei partecipanti.

Ore: 8
3 - Tecniche e strumenti di comunicazione online

Il terzo modulo, dopo l’analisi del territorio e l’ottenimento delle informazioni di rilievo, passa a fornire le basi in termini di competenza digitale necessaria per un’efficace opera di promozione. L'obiettivo è quello di costruire insieme ai partecipanti una “mappa cognitiva” degli strumenti e delle risorse messi a disposizione dal web per l'impresa turistica. A tale scopo, da un lato, verrà adottato un approccio di tipo analitico, per mettere in evidenza la natura e il “campo di applicazione” di ogni singolo strumento informatico, affinché i partecipanti siano in grado di riconoscerne i limiti e le potenzialità rispetto al ruolo che ognuna di esse può svolgere nella comunicazione del prodotto turistico. Al tempo stesso, però, i partecipanti verranno formati a un uso integrato e personalizzato delle risorse informatiche, mantenendo uno sguardo di insieme su tutto il processo comunicativo.

Obiettivi specifici:

  • Conoscere le caratteristiche delle principali tipologie di strumenti digitali al servizio dell'impresa turistica, e saperne valutare limiti e punti di forza in relazione alla tipologia di problemi da risolvere e alle finalità che si desidera perseguire
  • Gestire in modo efficace ed integrato le risorse per posizionare, promuovere e valorizzare un'impresa turistica
  • Sviluppare promozioni personalizzate, sconti, offerte in base alle caratteristiche del cliente
  • Presidiare le recensioni di un'impresa turistica sui servizi di condivisione delle esperienze

Contenuti:

-        Elementi di marketing operativo, turistico e culturale;

-        Siti Internet per le imprese turistiche: finalità, struttura e gestione;

-        Scrivere in modo efficace: il copywriting per il web;

-        Visual storytelling promozionale (uso di immagini, infografiche, video di presentazione);

-        Creare e gestire newsletter con servizi appositi;

-        Organizzare campagne di advertising on-line;

-        Utilizzare i principali social network e social media per la promozione turistica (Facebook, Twitter, Instagram, YouTube);

-        I portali e le agenzie di intermediazione per il turismo (Tripadvisor, Google Places, Trivago, Expedia, Booking, eDreams);

-        Iniziative personalizzate:

  • Previsione di promozioni temporanee (es., percentuale di camere con prezzo in promo);
  • Tecniche di fidelizzazione (es., club, raccolte punti, ecc.);
  • Proposta sconti, offerte (es., attraverso newsletter, su Booking, ecc.)

-       Presidiare la propria attività turistica online, promuoverne l'immagine e gestire le critiche.

Ore: 16
4 - Promozione del prodotto turistico

Di seguito, nel modulo 4, i partecipanti vengono formati alla competenza di promozione del prodotto turistico attraverso un project-work collaborativo in cui dovranno realizzare il piano di comunicazione di una struttura turistica. In particolare, verranno suddivisi in tre sottogruppi. Ad ogni sottogruppo viene assegnato un caso ipotetico di impresa turistica da studiare (in primis tra quelle già contattate, che hanno manifestato interesse per la figura in uscita; la tipologia è inoltre stabilita in base alle eventuali esperienze lavorative pregresse e/o all’orientamento professionale di ogni corsista). Il formatore descrive il caso di studio, esponendo ai corsisti la situazione sulla quale lavorare, i parametri fondamentali da tenere in considerazione – quali ad esempio il posizionamento dell’impresa, il fatturato, il numero di dipendenti – e i vincoli da rispettare in termini di disponibilità economica, di tempo e di risorse umane. Si richiede quindi ai corsisti di produrre un piano di comunicazione online, attraverso l’utilizzo degli strumenti web studiati in precedenza. Ogni gruppo dovrà quindi scegliere gli strumenti più adeguati al caso, e coordinarli in un piano di comunicazione integrato e strutturato.

Di seguito, il laboratorio prosegue invece in plenaria alla presenza di tutti i corsisti, ed è dedicato alla presentazione e condivisione del piano di comunicazione web redatto in precedenza. I corsisti, guidati dal formatore – che interviene allo scopo di verificare la rispondenza dei lavori rispetto ai casi reali e addurre indicazioni e suggerimenti – sono altresì invitati a formulare osservazioni e proposte di miglioramento sui piani di comunicazione prodotti dai sottogruppi ai quali non hanno partecipato. I corsisti potranno successivamente utilizzare l’elaborato definitivo risultante dal project-work come strumento da allegare al CV durante la ricerca di lavoro.

Obiettivi specifici:

  • Progettare e realizzare il piano di comunicazione web per un’impresa turistica, mettendo opportunamente in relazione l’offerta con il territorio di riferimento
  • Potenziare le conoscenze e le abilità acquisite nei moduli precedenti attraverso l’utilizzo integrato e approfondito dei diversi strumenti web
  • Sviluppare la capacità di scrittura e copywriting

Contenuti:

-        Project work: redazione di un ipotetico piano di comunicazione integrato di una realtà turistica ricettiva/ristorativa (sito + social + newsletter + profilo Booking)

  1. Analisi di caso, contesto, offerta, indicazioni strategiche;
  2. Individuazione strumenti e tecniche adeguate;
  3. Redazione piano di comunicazione (contesto, obiettivi, strumenti, azioni, iniziative promozionali);
  4. Redazione comunicazioni da pubblicare attraverso i canali web;

-      Condivisione e discussione di gruppo sui progetti elaborati.

Ore: 16
5 - Gestione delle prenotazioni

Il modulo è inteso a formare i partecipanti rispetto alle esigenze di cura delle prenotazioni attraverso le principali risorse e strumenti adatti all’operazione. Oltre all’acquisizione delle prenotazioni tramite una tra le Online Travel Agencies (OTA/OLTA) più utilizzate come Booking, vengono approfondite in forma laboratoriale le tecniche per la gestione del primo contatto anche in lingua inglese (tramite strumenti digitali e/o in presenza/al telefono). Da ultimo, la gestione delle prenotazioni viene applicata a un esempio contestualizzato al settore ricettivo tramite utilizzo di un software gestionale alberghiero.

Obiettivi specifici:

  • Curare il servizio di prenotazione della struttura, fornendo le informazioni utili e verificando la disponibilità ricettiva
  • Interpretare le esigenze di informazioni del cliente-turista
  • Valutare alternative relativamente a itinerari, iniziative, soluzioni per il soggiorno, servizi aggiuntivi
  • Adottare stili e tecniche di comunicazione appropriate per l’erogazione di informazioni turistiche anche in lingua straniera

Contenuti:

-        Le tipologie di prenotazione: dirette, indirette, attraverso agenzia di intermediazione (APT, OTA);

-        Gestione attività di booking online: adeguare un booking engine (es., profilo su Booking) per promuovere visibilità della struttura e ricevere risposta immediata dal cliente;

-        Gestione del primo contatto, anche in lingua inglese:

  • Per iscritto (tramite e-mail o portale);
  • Al telefono o in presenza: gestione di un colloquio;

-        Esercitazione su case study gestione alberghiera, con utilizzo software gestionale Property Management System (PMS);

  • Il software gestionale: conoscenze di base ed applicazioni;
  • Inserimento ed archiviazione delle prenotazioni;
  • Conoscenza della “Maincourante” (registro di struttura) e utilizzo del software;

-        Comunicazione ai colleghi referenti/reparti interessati (ricevimento e piani) le prenotazioni e le particolari richieste;

-        Gestione disponibilità delle camere e delle sale comuni.

Ore: 16
6 - Normativa privacy per il servizio turistico

Al fine di poter operare correttamente le operazioni correlate all’accoglienza e la corretta gestione di tutte le informazioni sensibili che riguardano il rapporto con il cliente, nel modulo vengono affrontati gli elementi essenziali alla tutela della privacy (dalle prescrizioni normative ai comportamenti da adottare e le ricadute organizzative). A conclusione del modulo, previa frequenza di almeno il 90%, verrà rilasciato l’attestato “GDPR – Formazione base”.

Obiettivi specifici:

  • Gestire il rapporto con il cliente e l’utilizzo delle informazioni in accordo alla normativa sulla privacy (GDPR), adottando i comportamenti corretti e prevenendo eventuali violazioni

Contenuti:

-        Compiti, responsabilità, obblighi e requisiti delle principali figure della privacy in azienda;

-        Il nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR), ambiti di applicazione e definizioni;

-        Principi applicabili al trattamento dei dati personali;

-        Liceità del trattamento;

-        Condizioni per il consenso;

-        Diritti dell’interessato;

-        Modalità, finalità e sicurezza del trattamento;

-        Comunicazione della violazione dei dati personali.

Ore: 4
7 - Gestione dell’accoglienza e della relazione

A seguito della fase di promozione e prenotazione, il modulo 7 è finalizzato, tramite laboratorio, a formare la competenza necessaria ad operare efficacemente l’accoglienza del cliente. La prima parte, propedeutica, ha lo scopo di formare alle modalità e alle tecniche di comunicazione efficace da adottare con il cliente. La seconda parte è dedicata alla gestione dell’accoglienza vera e propria, dal ricevimento, alle operazioni di registrazione di dati e pratiche amministrative, all’erogazione delle informazioni utili ad illustrare i servizi della struttura e quelli relativi all’offerta turistica del territorio.

Obiettivi specifici:

  • Conoscere e saper adottare tecniche di comunicazione efficace per gestire la relazione con il cliente
  • Accogliere il cliente al ricevimento compiendo tutti i passaggi necessari e prestando particolare attenzione alle utenze con esigenze speciali (disabili, anziani, persone svantaggiate, ecc.)
  • Gestire gli spazi dedicati all’accoglienza in modo da renderli gradevoli e ospitali
  • Adottare modalità di registrazione e di acquisizione degli addebiti dei clienti
  • Individuare attese e bisogni dell’ospite per presentare e attivare servizi della struttura ricettiva e dell’offerta turistica del territorio

Contenuti:

-        Comunicazione efficace per la gestione dell’accoglienza turistica:

  • La valorizzazione dell’immagine personale e di quella aziendale;
  • I principi fondamentali della comunicazione;
  • Individuare i bisogni: tecnica delle domande e ascolto attivo;
  • Gli stili comunicativi: aggressivo, passivo, assertivo;
  • I comportamenti e gli atteggiamenti da sviluppare nella relazione con il cliente;
  • L‘intelligenza emotiva e l’empatia;
  • L’abc della comunicazione telefonica,
  • La gestione delle conversazioni, le situazioni difficili e gli imprevisti;
  • Affrontare e gestire le obiezioni.

-        Le 3 A dell’operatore dell’accoglienza: Accoglienza, Assistenza, Affidabilità

-        Relazione costruttiva con l’ospite: centralità dell’ospite e fidelizzazione;

-        Principi di customer care;

-        Tecniche di accoglienza e benvenuto (check-in e walk-in);

-        Il dizionario del ricevimento in lingua inglese;

-        Registrazione anagrafica e dati del cliente;

-        Gestione della cassa e dei pagamenti (se il pagamento è anticipato);

-        Proposta di servizi standard e personalizzati; escursioni, promozione del territorio;

-        Laboratorio applicato alla gestione alberghiera (caso di studio):

  • Allestimento degli spazi dedicati al ricevimento;
  • Accoglienza del cliente, registrazione dati, informazione, presentazione servizi;
  • Interazione con gli addetti ad altri reparti per la corretta gestione delle attività di consegna e ritiro dei bagagli;
  • Rilevazione e gestione situazione degli interventi di pulizia effettuati;
  • Gestione del planning delle prenotazioni (es., assegnazione camere a seconda delle richieste pervenute e delle disponibilità);

-      Laboratorio: caso studio applicato al ramo ristorazione.

Ore: 32
8 - Norme e procedure igieniche

Per un professionista dell’accoglienza, non può mancare la conoscenza del sistema di qualità HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points). Il modulo è finalizzato a fornire ai partecipanti le principali conoscenze e abilità per saper adottare e operare con tale sistema nei contesti reali. Ad una prima parte teorica segue esercitazione attraverso alcuni casi studio. A conclusione del modulo, previa frequenza di almeno il 90%, verrà rilasciato l’attestato “HACCP – Livello base”.

Obiettivi specifici:

  • Conoscere e saper applicare il sistema HACCP per gestire l’igiene di luoghi ed alimenti implicati nei processi lavorativi

 Contenuti:

-        Definizioni generali e breve storia del sistema HACCP;

-        Igiene delle strutture e delle attrezzature;

-        Le buone prassi di lavorazione;

-        Le buone tecniche di igiene;

-        I fattori di rischio nella gestione degli alimenti;

-        Il controllo visivo delle merci, dalla materia prima al prodotto finito;

-        Autocontrollo e HACCP (verifica della merce immagazzinata e della sua rotazione);

-        Controllo delle temperature e del microclima;

-        Modalità di monitoraggio e di gestione della documentazione;

-        Norme igieniche basilari per la lotta agli insetti e ai roditori;

-        L’igiene degli alimenti (argomenti di microbiologia, di chimica merceologica, di chimica e di fisica degli alimenti e nozioni sulle patologie trasmissibili con gli alimenti);

-        Le novità introdotte dal pacchetto igiene (regg. CE 178/03 e CE 852/04) in materia di rintracciabilità degli alimenti e allergeni;

-        Relazione con gli organi di controllo ufficiale;

-        Le frodi alimentari;

-        Legislazione del settore alimentare;

-        Esercitazione: case study.

Ore: 8
9 - Gestione dell’assistenza e del congedo

Il modulo è finalizzato a formare i partecipanti alla gestione della relazione con il cliente durante le fasi di permanenza nella struttura ricettiva/di ristorazione e di congedo finale. Sempre attraverso la presentazione e lo svolgimento di casi di studio tratti da alcuni contesti del territorio, viene quindi affrontata la gestione di eventuali problematiche, attivando eventuali interventi di assistenza personalizzata. Di seguito, i partecipanti vengono formati alla gestione efficace della fase di check-out: accompagnando agli adempimenti amministrativi e pratici per il congedo dell’ospite la rilevazione della customer satisfaction. Al termine, il modulo va a “chiudere il cerchio” rispetto alla competenza di digital marketing per il turismo, specificamente affrontata nella prima parte del percorso: in particolare, viene qui preso in esame il fondamentale tema relativo a come conseguire, mantenere e promuovere – parimenti al servizio erogato – un’eccellente “Online reputation”, mettendo in pratica tramite laboratorio tutte le azioni necessarie e sinergiche a tale finalità (dal rilevamento dei feedback, alla gestione dei profili e comunicazione periodica, al monitoraggio, l’analisi dei dati e l’individuazione delle aree di miglioramento) .

Obiettivi specifici:

  • Interpretare informazioni e segnali relativi a problemi di soggiorno e attivare eventuali soluzioni di supporto e assistenza
  • Gestire le fasi di check-out e di cassa/pagamento
  • Rilevare la soddisfazione del cliente
  • Presidiare la web reputation della struttura

Contenuti:

-        L’approccio assertivo con l’ospite;

-        Gestione di criticità/reclami/controversie ed eventuale attivazione assistenza personalizzata;

-        Monitorare la soddisfazione del cliente e la sua fidelizzazione;

-        Le tre dimensioni della qualità (erogata, attesa e percepita) e le aspettative del cliente (implicite, esplicite e latenti; es., classificazione attraverso modello di Kano);

-        La fase di check-out e il congedo del cliente:

  • Verifica delle condizioni di acquisto/eventuale revisione;
  • Elaborazione del conto: cassa, ricevute fiscali e fatture;
  • Trasferimento addebiti/storno addebiti/nota di credito/rettifica di cassa;
  • Al check-out o come follow-up dopo il check-out: rilevazione della customer satisfaction (ascolto attivo; per iscritto – questionario scritto o online; tramite web);

-        Presidio della online reputation attraverso gli strumenti web:

  • Concetto di reputazione online;
  • Come costruire una buona reputazione;
  • Gestione delle criticità e risposta alle recensioni;
  • Monitoraggio delle performances: comportamenti professionali, indicatori chiave (KPI);

-       Analisi dei dati e individuazioni azioni migliorative.

Ore: 24
10 - Elementi di contabilità e amministrazione

Il modulo 10 consiste nello svolgimento di un laboratorio atto a formare una competenza di base relativa alla gestione contabile e di segreteria amministrativa nelle strutture di alloggio e ristorazione (saper eseguire operazioni essenziali, come l’espletamento di pratiche amministrative e la redazione della prima nota, assai richieste nei contesti professionali). Analogamente all’impostazione adottata nel resto del corso, il lavoro con gli applicativi informatici è orientato alla conoscenza, mediante simulazione, dei processi nei contesti e nei casi reali.

Obiettivi specifici:

  • Svolgere le principali operazioni della gestione amministrativa
  • Effettuare un rendiconto contabile e la gestione della prima nota

Contenuti:

-        Elementi di gestione contabile e amministrativa;

-        I documenti aziendali: fatture, bolle, documenti fiscali;

-        Cenni: aspetto economico, finanziario e patrimoniale;

-        Gestione rendiconto flussi monetari in ingresso e in uscita mediante applicativo informatico;

-        Tecniche di registrazioni contabili di prima nota;

-        Svolgimento semplici adempimenti fiscali (es., attraverso modello F24);

-        Esercitazione: gestione degli adempimenti in un caso reale (simulazione).

Ore: 8
11 - Sicurezza sui luoghi di lavoro

Il modulo è finalizzato a formare i partecipanti in merito alle principali norme e nozioni pratiche per la gestione della sicurezza sui luoghi di lavoro, contestualizzato all’ambito turistico: per essere in grado di operare in sicurezza e nel rispetto delle norme vigenti, identificando e prevenendo situazioni di rischio per sé, per altri e per l'ambiente. A conclusione del modulo, previa frequenza di almeno il 90%, verrà rilasciato l’attestato di sicurezza sui luoghi di lavoro (generale e rischio basso).

Obiettivi specifici:

  • Operare in sicurezza e nel rispetto delle norme di salute e sicurezza e di salvaguardia ambientale, identificando e prevenendo situazioni di rischio per sé, per altri e per l'ambiente

Contenuti:

Formazione Generale

-        Concetto di rischio;

-        Concetto di danno;

-        Concetto di prevenzione e protezione;

-        Organizzazione della prevenzione aziendale;

-        Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali;

-        Organi di vigilanza, controllo e assistenza;

-        Riferimenti normativi.

Formazione specifica (rischio basso)

-        Rischi infortuni:

  • Meccanici generali;
  • Elettrici generali.

-       Laboratorio: esercitazione

Ore: 8
12 - Ricerca attiva del lavoro

Il modulo è finalizzato a far acquisire ai partecipanti i principali strumenti per la ricerca attiva del lavoro, quale ulteriore bagaglio formativo indispensabile per ampliare il proprio orizzonte in termini saper ricercare, riconoscere e saper cogliere le opportunità occupazionali.

Obiettivi specifici:

  • Saper ricercare e riconoscere le opportunità lavorative, utilizzando efficacemente i principali strumenti per la ricerca attiva del lavoro
  • Saper cogliere le opportunità attraverso la presentazione efficace del proprio profilo professionale

Contenuti:

-        Realizzazione CV formato Europass;

-        Redazione lettera di presentazione;

-        Inserimento profilo su LinkedIn;

-        Ricerca attiva nei portali web (es., Trentino Lavoro, bacheche online, società di selezione del personale, concorsi pubblici, ecc.);

-        Simulazione di un colloquio.

Ore: 4
13 - Preparazione al tirocinio

Al termine della fase d’aula/laboratorio, il modulo è finalizzato ad illustrare la successiva fase di tirocinio: lo svolgimento dello stesso e le regole che dovranno essere seguite, presentando i diritti e i doveri del tirocinante. Il modulo è svolto attraverso formazione individualizzata per condividere e finalizzare con ciascun partecipante il Progetto Formativo Individuale (PFI), che verrà proposto in corso d’opera. Un estratto sintetico del documento costituirà la scheda “Piano di tirocinio”, su cui verranno indicati gli obiettivi e le attività da svolgere e su cui i partecipanti potranno annotare le proprie osservazioni e autovalutazioni sull’esperienza svolta.

Obiettivi specifici:

  • Saper mettere in atto conoscenze e strumenti per un efficace svolgimento del tirocinio formativo

Contenuti:

-        Condivisione e finalizzazione PFI

  • Finalità del tirocinio, fasi di lavoro, attività;
  • Regole, diritti e doveri del tirocinante;

-        Strumenti di autovalutazione: griglia di osservazione, diario di tirocinio;

-        Predisposizione scheda “Piano di tirocinio”.

Ore: 4
14 - TIROCINIO OBBLIGATORIO

A seguito della formazione d’aula/laboratorio è prevista una fase di tirocinio obbligatorio di 80 ore in un’impresa turistica trentina. Trattandosi di soggetti ospitanti che operano stagionalmente, conformemente alla normativa vigente, il tirocinio avrà una durata di un mese/quattro settimane, con una frequenza part-time di 4 ore al giorno. Il tirocinio formativo è previsto come momento fondante di apprendimento esperienziale per offrire ai partecipanti l’opportunità di mettere alla prova, potenziare, sedimentare le competenze apprese in un contesto professionalizzante del territorio.

In questa fase, i partecipanti saranno messi in condizione di:

  • applicare quanto appreso in aula/laboratorio e quindi di sperimentare le conoscenze acquisite;
  • utilizzare le proprie capacità di analisi e senso critico, le competenze relazionali e le proprie attitudini di problem solving;
  • manifestare il proprio senso di responsabilità nello svolgimento delle attività nel rispetto dei tempi e modi concordati.

Questa fase sarà dunque un’occasione fondamentale al fine di:

  • conoscere approfonditamente la realtà produttiva, con la possibilità di mettere alla prova le abilità di flessibilità e di capacità di adattamento in contesti e situazioni diverse sempre più richieste dalle necessità lavorative – incluso le più elevate competenze digitali acquisite durante il corso;
  • confrontarsi con le persone che lavorano in azienda ponendosi nella condizione di ascolto, umiltà, curiosità, ma nel contempo anche con spirito critico e iniziativa;
  • instaurare relazioni professionali che potrebbero auspicabilmente continuare (se l’attività avrà esito positivo) anche dopo la conclusione del tirocinio.

Per quanto riguarda le modalità di svolgimento, a stretto contatto con il tutor aziendale e seguiti dal tutor dell’ente promotore, i partecipanti attraverseranno essenzialmente due fasi.

Fase 1 – OSSERVAZIONE E AFFIANCAMENTO (20 ore)

Durante la prima settimana, il tirocinante dovrà svolgere un'accurata attività di osservazione della realtà aziendale e del contesto professionale nel quale sarà inserito (breve apprendistato cognitivo); affiancato inizialmente dal tutor aziendale. Per facilitare l’attività, ad ogni partecipante sarà assegnata una scheda di osservazione. Accanto all’osservazione, il partecipante potrà cimentarsi nello svolgimento di semplici operazioni esecutive.

Fase 2 – SPERIMENTAZIONE GUIDATA (60 ore)

Nelle successive tre settimane, al partecipante saranno assegnati dei piccoli incarichi di complessità crescente per mettere alla prova le competenze apprese nelle aree di attività individuate da PFI, seguendo i processi che vanno dall’analisi del settore turistico nel territorio locale, alla promozione della struttura ricettiva/ristorativa tramite canali web/social, all’adempimento di esigenze relative al processo di prenotazione, accoglienza, cura del cliente e rilevazione della customer satisfaction; specie attraverso l’ausilio degli strumenti informatici e le tecniche apprese durante la fase d’aula. Il partecipante svolgerà tali attività con limitata autonomia e sotto la supervisione del tutor aziendale.

Ore: 80
15 - Bilancio finale

Da ultimo, a seguito delle fasi d’aula e del tirocinio in azienda, viene svolto un incontro di bilancio di competenze di fine corso, finalizzato a far acquisire ai partecipanti la consapevolezza in merito a quanto appreso, e all’individuazione condivisa dei successivi passi da svolgere per la ricerca/conseguimento di uno sbocco lavorativo.

Obiettivi specifici:

  • Saper riflettere sull’esperienza svolta, evidenziandone gli aspetti di forza e di debolezza
  • Saper elaborare un’autovalutazione relativa al percorso svolto
  • Saper mettere in luce le competenze acquisite in ottica di inserimento lavorativo

Contenuti:

-        Rielaborazione e verifica dell’esperienza (formazione + tirocinio: valutazioni intermedie, autovalutazione dei partecipanti e dossier individuale);

-        Prova esperta di valutazione finale;

-        Redazione bilancio finale degli apprendimenti e competenze acquisite;

-        Sistema Provinciale di certificazione delle competenze (cos’è, come funziona, servizi);

-        Certificabilità delle competenze acquisite in relazione al Repertorio Provinciale;

-        Consegna scheda “Dossier di bilancio finale”;

-        Discussione/individuazione piano di azione per conseguimento di uno sbocco occupazionale dopo il termine del progetto.

Ore: 4
Torna all'inizio