PROGETTISTA SVILUPPATORE DI APPLICAZIONI WEB - CORSO A VOUCHER

A Voucher

Proposto da: Computer Learning SC

Contenuti

Categoria corso
PROFESSIONALIZZANTI
Tipologia di corso
Informatica
Modalità di svolgimento della formazione
FAD
Descrizione della modalità di formazione

La modalità di formazione sarà di tipo teorico-pratico, con forte orientamento all'operatività - mediante sperimentazione guidata delle tecniche di programmazione e problem-solving correlati a casi tipici richiesti nei contesti professionali come progettista sviluppatore di applicazioni web. In particolare (fatta eccezione per il primo incontro introduttivo, quello di bilancio finale, e alcuni moduli “trasversali”), i moduli 2-3-4-5-6-7-8-9 sono concepiti come una sorta di “capitoli” del corso, in un’ottica integrata ma auto-sussistente, in relazione alla formazione delle competenze traguardo: ciascuno di questi moduli proporrà una prima fase teorica seguita da un relativo laboratorio, professionalizzante rispetto ad una specifica area di attività. La formazione, inizialmente prevista in aula/laboratorio verrà invece svolta completamente in fad sincrona (online) per dare a tutti modo di partecipare durante l'emergenza pandemica, con una frequenza di 4 ore al giorno per circa 3 mesi e mezzo; verrà seguita da tirocinio professionalizzante in un'azienda del territorio della durata di due mesi. Avrà dunque una durata complessiva di circa 5 mesi e mezzo. 

Certificazione rilasciata
Attestato di frequenza
Sintesi dei contenuti

MODULO 1         Introduzione, patto formativo (2 ore)

MODULO 2         Workflow: analisi dei requisiti, modelli di sviluppo (16 ore)

MODULO 3         Basi back-end (24 ore)

MODULO 4         Elementi di interfaccia grafica (4 ore)

MODULO 5         Tecnologie alla base del web (html5, CSS3) (24 ore)

MODULO 6         Il core della programmazione client (JavaScript, JQuery) (32 ore)

MODULO 7         I framework di programmazione (AngularJS) (48 ore)

MODULO 8         Sviluppo di applicazioni scalabili (NodeJS) (40 ore)

MODULO 9         Privacy e sicurezza informatica (8 ore)

MODULO 10      Project work (40 ore)    

MODULO 11      Sicurezza sui luoghi di lavoro (8 ore)

MODULO 12      Ricerca attiva del lavoro (4 ore)

MODULO 13      Preparazione al tirocinio (4 ore)

MODULO 14      TIROCINIO OBBLIGATORIO (160 ore)      

MODULO 15      Bilancio finale (4 ore)

Moduli

Introduzione al corso

Il primo modulo è orientato anzitutto alla conoscenza dei partecipanti e alla condivisione del patto formativo, indispensabile per stabilire un buon clima di gruppo e responsabilizzare i corsisti verso i traguardi di apprendimento. Di seguito viene svolta un’introduzione alle attività che verranno sviluppate durante il corso, mediante presentazione di esempi concreti tratti dai contesti professionali.

Obiettivi specifici:

  • Conoscere e condividere il patto formativo e il programma del corso;
  • Stimolare la conoscenza tra i partecipanti e la condivisione delle esperienze pregresse;
  • Conoscere la specificità e valore aggiunto del profilo professionale oggetto del corso.

Contenuti:

-        Discussione patto formativo;

-        Presentazione e conoscenza reciproca dei partecipanti, condivisione delle esperienze di lavoro precedenti (se presenti);

-        Presentazione della figura professionale oggetto del corso (storia ed evoluzione) e relative competenze traguardo;

-        Presentazione e discussione esempi illustrativi di alcune mansioni richieste nel ruolo nei contesti aziendali Trentini (sviluppo web front-end, multi-tier, mobile, integrazione con CNC, sistemi IoT).

Ore: 2
Workflow: analisi dei requisiti, modelli di sviluppo

Dopo l’introduzione, il secondo modulo è finalizzato a formare le competenze necessarie per un’efficace definizione del progetto di sviluppo di un’applicazione web. Si parte dall’evidenziare un normale workflow di sviluppo, iniziando con la raccolta a l’analisi dei requisiti, per poi individuare i modelli di sviluppo più adatti (es., agile, waterfall, ecc.) fino alla descrizione del progetto e del suo piano esecutivo.

Obiettivi specifici:

  • Analizzare le caratteristiche dell'applicativo web da sviluppare (struttura, relazioni, processi);
  • Progettare l’architettura dell’applicazione;
  • Definire il progetto di sviluppo e il piano di test.
  • Definire il modello di sviluppo più appropriato per la progettazione dell'applicativo, in coerenza con i requisiti definiti, interoperabilità, fruibilità, sicurezza e ottimizzazione tra costi e qualità;

Contenuti:

-        Caratteristiche ed evoluzione delle tecnologie web;

-        L’analisi di funzionalità e requisiti a partire dalle esigenze e definizione del workflow di sviluppo;

-        Modelli di sviluppo (es., waterfall, agile, ecc.);

-        Architettura (es., n-tier, multi-interfaccia, distribuita) e componenti HW e SW di sistemi web;

-        Funzionamento linguaggi di programmazione per il web;

-        Il lavoro per obiettivi e per progetti;

-        Il Project Cycle Management (“Plan-Do-Check-Modify”), elementi di time management;

-        Case study: definizione di un progetto di sviluppo in un team di lavoro (requisiti, architettura, modello di sviluppo, implementazione, test e deployment);

-        Elementi di inglese tecnico per l’informatica (cenni);

-        Discussione e riflessione in plenaria.

Ore: 16
Basi back-end

Il terzo modulo è inteso a formare i partecipanti rispetto alle nozioni fondamentali per la gestione del back-end applicativo, orientate allo sviluppo di applicazioni web. Pur non essendo l’ambito primario di competenza della figura in uscita (il back-end è di solito trasparente a chi realizza lo sviluppo web), a partire dalle conoscenze pregresse dei partecipanti vengono fornite le competenze essenziali, non solo perché siano funzionali allo sviluppo web ma anche quale base culturale per una maggiore trasversalità e flessibilità verso il conseguimento di uno sbocco occupazionale. Senza entrare troppo nel dettaglio, viene svolta una panoramica sul mondo “back-end”, in particolare sulla persistenza e la struttura dei dati, sui tipi di database (DB) più diffusi e le loro principali caratteristiche e sulle modalità di comunicazione con le pagine web.

Obiettivi specifici:

  • Conoscere gli aspetti essenziali relativi al back-end applicativo, con particolare attenzione a quelli funzionali allo sviluppo di applicazioni web
  • Conoscere e sapersi interfacciare con i principali linguaggi di gestione DB

Contenuti:

-        Strutturazione dei dati;

-        Tipologie di database (relazionali, ad oggetti, document database, ecc.);

-        Procedure di elaborazione dati;

-        Linguaggi per la gestione basi di dati relazionali (SQL, MySQL) e non relazionali (MongoDB);

-        Comunicazione e utilizzo DB per una pagina/applicazione web;

-        Utilizzo di middleware;

-        Cenni di programmazione orientata agli oggetti (ASP.NET, Java, C#);

-        Cenni al linguaggio di scripting PHP e relativi framework (es., MVC);

-        Esercitazione: utilizzo delle funzionalità di un DB relazione per un’applicazione web.

Ore: 24
Elementi di interfaccia grafica

Nel modulo 4, dopo la fase di analisi e definizione del workflow di sviluppo e l’acquisizione dei prerequisiti sulla gestione del back-end, vengono affrontati gli aspetti essenziali per una corretta impostazione e gestione dell’interfaccia grafica. Pur non essendo uno specialista nella progettazione dell’interfaccia, lo sviluppatore di applicazioni web deve infatti saper riconoscere gli elementi fondamentali relativi all’organizzazione dei contenuti, al wireframe, alla User Experience necessari per garantire una corretta impostazione e gestione dell’interfaccia utente nell’ottica complessiva della realizzazione di un’applicazione web.

Obiettivi specifici:

  • Conoscere gli elementi fondamentali per operare l’impostazione e la gestione dell’interfaccia grafica di un’applicazione web

Contenuti:

-        Caratteristiche ed evoluzione delle interfacce grafiche;

-        Presentazione e organizzazione dei contenuti, architettura grafiche, wireframe;

-        Interfacce multicanale;

-        Cenni di ergonomia e User Experience (usabilità, accessibilità, intuitività, gradevolezza, semplicità di utilizzo, ecc.);

-        Tipi di immagini (bitmap, vettoriali);

-        Esercitazione: utilizzo di un’interfaccia da parte dell’applicazione web in un caso reale.

Ore: 4
Tecnologie alla base del web

A partire da questo modulo e nei tre successivi si entra nel merito dello sviluppo applicativo per il web. Nel modulo 5, si parte quindi da una conoscenza approfondita di quelle che sono le tecnologie alla base della produzione di pagine web e di tutto il front-end di applicazioni web. Le tecnologie presentate e utilizzate nel modulo sono quelle principalmente in uso, come HTML5 e CSS3 (seguite anche da un riferimento a livello di standard per la programmazione web come la W3C schools, si veda relativo sito Internet).
Particolare attenzione viene data all’adattività delle pagine create, al fine di essere compatibili anche su dispositivi mobile, partendo dalla comprensione e dall’utilizzo di framework come Bootstrap ed arrivando alla simulazione delle pagine stesse su dispositivi mobile.

Obiettivi specifici:

  • Conoscere e saper applicare le tecnologie alla base dello sviluppo di pagine e applicazioni web

Contenuti:

-        Il sistema Internet e suo funzionamento: da ARPANet a HTML del W3C, passaggio a XHTML ed evoluzione in HTML5;

-        Da CSS a CSS3 e relativi framework (es., Bootstrap);

-        Apertura allo sviluppo su mobile: la logica “mobile first”;

-        Il linguaggio HTML:

  • i tag e la sua struttura (intestazione/codifica, head, meta-tag e body);
  • I nuovi elementi di struttura e i nuovi tag in HTML 5 (header, footer, nav, section, ecc.);

-        Title, description, keywords per l’indicizzazione del sito;

-        Reset dei valori di default degli elementi Html nei browser;

-        I selettori CSS3: classi e le pseudo classi, tag, id e composti;

-        Il box model: dimensioni margini e padding;

-        Il colore e i nuovi metodi CSS3 (opacity, RGBa, HSLa);

-        Gli sfondi e le nuove possibilità CSS3 (sfumature, sfondi multipli);

-        I bordi ed i nuovi bordi (arrotondati e le ombre);

-        I posizionamenti, i margini e i padding;

-        Posizionamenti assoluti, relativi o fissi e float;

-        Gestire l’overflow;

-        L’aspetto dei contenuti tramite gli stili CSS;

-        Gli aspetti e la gestione dei testi, delle liste e i WEB Fonts CSS3;

-        I Titoli ed i paragrafi;

-        Gestire le immagini tramite i CSS;

-        Gestire le tabelle tramite i CSS;

-        Il menu di navigazione;

-        Gestione delle liste;

-        I collegamenti e gli stili dei collegamenti testuali, hover su div;

-        Cenni: transizioni, trasformazioni e animazioni con CSS3;

-        Introduzione ai framework: Bootstrap;

-        Disegno di pagine web con Bootstrap.

Ore: 24
Il core della programmazione client

Dopo aver affrontato le tecnologie alla base del web, nel modulo 6 vengono formate alcune tra le competenze essenziali di sviluppo. In questo modulo, infatti, si inizia a parlare di programmazione vera e propria, attraverso l’aggiunta di funzioni in JavaScript – ad oggi, il principale linguaggio di programmazione per lo sviluppo di applicazioni web – con una panoramica sulle potenzialità, sui suoi limiti e sulle librerie più diffuse, come JQuery.

Obiettivi specifici:

  • Programmare applicazioni web lato client utilizzando il principale linguaggio e una tra le librerie più diffuse

Contenuti:

-        Introduzione a JavaScript:

  • Elementi di base/sintassi e script del linguaggio;
  • Variabili e operatori;
  • Strutture di controllo e condizionali;
  • Cicli;
  • Funzioni;

-        Gestione dati con JavaScript:

  • Oggetti;
  • Array;
  • Stringhe;
  • Dati e strutture;
  • Moduli;

-        Programmare applicazioni web con JavaScript:

  • Handler e eventi;
  • Form, UI;

-        Utilizzo della libreria JQuery:

  • Introduzione a JQuery;
  • Script;
  • Selettori;
  • Eventi;
  • Utilizzare JQuery con l'HTML e con i CSS
  • Nascondere e mostrare elementi: le funzioni show() e hide();
  • Animazione: la funzione animate();
  • Effetto dissolvenza: le funzioni fadeIn(), fadeOut(), fadeTo();
  • Effetto slide: le funzioni slideDown(), slideToggle(), slideUp();
  • Menù dinamico;

-        Tutorial: realizzare animazioni sulla pagina mediante l’uso combinato di Javascript e JQuery;

-        Casi di studio/esercitazioni:

  • validazione di un modulo lato client (textbox, textarea, selectbox, radio button, checkbox) con codice completo modulo HTML, codice Javascript;
  • realizzazione replica di un sito Internet prescelto o creazione di un sito responsive su specifica.
Ore: 32
I framework di programmazione

A seguito della formazione su aspetti fondamentali della programmazione web come lo sviluppo di applicazioni in JavaScript, il modulo 7 passa all’analisi e all’utilizzo contestualizzato a esempi tratti dai contesti professionali di uno dei framework al momento più diffusi relativamente alla programmazione lato client: AngularJS. AngularJS è proposto in quanto uno tra i framework Javascript open-source client-side MVC/MVVM (Model View Controller/Model View View Model Pattern) più diffusi e utilizzati, realizzato da Google e supportato da una comunità di sviluppatori internazionale. In particolare, il modulo ne analizzerà la struttura, i principali punti di forza e difetti, ma soprattutto porterà ad apprendere sperimentando e toccando con mano quelle che sono le principali caratteristiche.

Obiettivi specifici:

  • Sviluppare efficacemente applicazioni web attraverso uno tra i framework di programmazione lato client più diffusi

Contenuti:

-        Introduzione ad AngularJS;

-        Caratteristiche del framework;

-        Architettura del framework: view – controller – scope;

-        Applicazione single page routing;

-        Presentation model;

-        IDE di sviluppo e debugging;

-        I concetti fondamentali:

  • Introduzione ai concetti di Dependency Injection;
  • La navigazione: Routes;
  • Il concetto di promise;
  • Utilizzo dei filtri;
  • Moduli, servizi, direttive, form;

-        Visualizzazione dati complessi: Data binding;

-        Le direttive fondamentali per navigare il DOM;

-        Editare i dati: ngmodel;

-        Validazione di un form ng-form;

-        Salvataggio dei dati;

-        Dialogo con i server services;

-        Angular JS in ambito mobile (AngularJS mobile, ngTouch, tap e swipe, Angular gestures);

-        Cenni interfaccia grafica, integrazione JQuery mobile;

Caso di Studio: realizzazione di un’applicazione web nel framework di sviluppo con interoperabilità mobile.

Ore: 48
Sviluppo di applicazioni scalabili

A completamento della competenza di programmazione per il web, il modulo va ulteriormente ad estendere e ad arricchire il profilo in uscita attraverso l’acquisizione delle principali abilità e conoscenze per lo sviluppo di applicazioni scalabili. Nel modulo verrà mostrato infatti come creare un’applicazione di rete scalabile con NodeJS: una piattaforma event-driven per il motore JavaScript in grande ascesa e fermento nell’ultimo periodo. In particolare, verrà affrontato: la struttura dei progetti e la gestione del controllo del codice sorgente al fine di condividere lo sviluppo, tracciarne l’evoluzione ed infine distribuire o mettere in produzione il software prodotto. Non mancheranno best-practices, tips and tricks; il tutto sempre contestualizzato a casi di studio tratti dai contesti professionali.

Obiettivi specifici:

  • Curare lo sviluppo avanzato di applicazioni web scalabili attraverso uno tra i framework più innovativi e richiesti sul mercato

 Contenuti:

-        Primi passi con NodeJS;

-        Il primo Web Server con NodeJS: “Hello World!”;

-        Creazione moduli;

-        Estendere NodeJS e creare nuovi moduli;

-        Realizzazione di applicazioni web (esercitazioni):

  • Un 'dispatcher' per gestire il traffico;
  • Template HTML (e non solo) per NodeJS... con Bind;
  • NodeJS e le richieste HTTP (GET e POST);
  • Node-db, gestire database MySQL con NodeJS;

-        Creazione di applicazioni Real-Time;

  • Il modello di comunicazione long-polling;
  • Presence Control basato su long-polling;
  • Polly, long-polling a misura d'uomo con NodeJS;
  • WebSocket e NodeJS;
  • Una applicazione real-time con WebSocket e NodeJS

-        Approfondimenti: debug di applicazioni NodeJS, hosting per NodeJS

Caso studio: sviluppo di un’applicazione di rete scalabile e responsiva con NodeJS. 

Ore: 40
Privacy e sicurezza informatica

Il modulo è finalizzato a formare i partecipanti in merito alle principali norme, nozioni pratiche, best practices contestualizzate al ruolo professionale per la gestione della tutela dei dati sensibili in conformità alla normativa vigente (GDPR) e per la gestione della sicurezza informatica.  

Obiettivi specifici:

  • Gestire il trattamento dei dati sensibili e delle informazioni in accordo alla normativa sulla privacy (GDPR), adottando i comportamenti corretti e prevenendo eventuali violazioni
  • Individuare i rischi e mettere in atto le misure necessarie alla gestione della sicurezza informatica;

Contenuti:

-        Il nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR), ambiti di applicazione e definizioni;

-        Principi applicabili al trattamento dei dati personali;

-        Liceità del trattamento;

-        Condizioni per il consenso;

-        Diritti dell’interessato;

-        Modalità, finalità e sicurezza del trattamento;

-        Politiche di sicurezza/cyber-security per il web:

  • sicurezza nelle reti, oncloud;
  • crittografia;
  • malware, vulnerabilità e minacce;
  • incident response e disaster recovery;

-        Gestire la sicurezza informatica:

  • sviluppare programmi in sicurezza;
  • monitorare e prevenire le minacce;
  • identificare, riportare e controllare eventuali incidenti.
Ore: 8
Project work

A questo punto, acquisito il know-how metodologico e il dominio dei linguaggi e dei framework più diffusi, in questo modulo i partecipanti avranno modo di mettere alla prova e rafforzare le competenze apprese durante l’intero ciclo di sviluppo di un’applicazione web. Il modulo prevede infatti lo sviluppo in autonomia di un progetto di sviluppo (project-work individuale), partendo da dei requisiti forniti, che va a toccare tutti i punti indicati in precedenza. Il formatore agirà da mediatore, apportando stimoli e suggerimenti ove necessario.

In particolare, ad ogni partecipante viene assegnato un caso ipotetico di applicazione web da sviluppare in base a requisiti dati (in primis verranno addotti esempi a partire dalle esigenze delle aziende già contattate, e che hanno manifestato interesse per la figura in uscita; la tipologia di lavoro di sviluppo è inoltre stabilita in base alle eventuali esperienze lavorative pregresse e/o all’orientamento professionale di ogni corsista). Il formatore fornisce a ciascuno il proprio caso di studio, esponendo i parametri fondamentali da tenere in considerazione e i vincoli da rispettare in termini di tempo e risorse. Si richiede quindi ai corsisti di realizzare lo sviluppo di un’applicazione web, attraverso l’utilizzo dei metodi, linguaggi e framework studiati in precedenza. Ciascun partecipante dovrà quindi scegliere gli strumenti più adeguati al caso, e coordinarli efficacemente verso il risultato.

Di seguito, il laboratorio prosegue invece in plenaria alla presenza di tutti i corsisti, ed è dedicato alla presentazione e condivisione delle applicazioni sviluppate. I corsisti, guidati dal formatore – che interviene allo scopo di verificare la rispondenza dei lavori rispetto ai casi reali e addurre indicazioni e suggerimenti – sono altresì invitati a formulare osservazioni e proposte di miglioramento. I corsisti potranno successivamente utilizzare l’elaborato risultante dal project-work come strumento da allegare al CV per la ricerca di lavoro.

Obiettivi specifici:

  • Presidiare il ciclo di sviluppo di un’applicazione web
  • Potenziare le competenze di programmazione orientata al web attraverso l’utilizzo integrato e approfondito dei diversi metodi, linguaggi e framework acquisiti

Contenuti:

-        Project work individuale: sviluppo di un’applicazione web a partire da specifiche date

  1. Analisi dei requisiti;
  2. Definizione specifiche funzionali e individuazione modello di sviluppo e linguaggi appropriati;
  3. Redazione progetto di sviluppo (requisiti, specifiche funzionali, modello di sviluppo, piano esecutivo);
  4. Sviluppo dell’applicazione web utilizzando i linguaggi/librerie/framework prescelti;
  5. Test e debugging dell’applicazione;
  6. Redazione documentazione: fasi di sviluppo e ed esito dei test, scheda sintetica descrizione funzionalità per successiva realizzazione del manuale d’uso.
Ore: 40
Sicurezza sul lavoro

Il modulo è finalizzato a formare i partecipanti in merito alle principali norme e nozioni pratiche per la gestione della sicurezza sui luoghi di lavoro: per essere in grado di operare in sicurezza e nel rispetto delle norme vigenti, identificando e prevenendo situazioni di rischio per sé, per altri e per l'ambiente. A conclusione del modulo, previa frequenza di almeno il 90%, verrà rilasciato l’attestato di sicurezza sui luoghi di lavoro (generale e rischio basso).

Obiettivi specifici:

  • Conoscere le principali norme in tema di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro
  • Saper individuare i rischi e mettere in atto le misure necessarie alla gestione della sicurezza

Contenuti:

Formazione Generale

-        Concetto di rischio;

-        Concetto di danno;

-        Concetto di prevenzione e protezione;

-        Organizzazione della prevenzione aziendale;

-        Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali;

-        Organi di vigilanza, controllo e assistenza;

-        Riferimenti normativi.

Formazione specifica (rischio basso)

-        Rischi infortuni:

  • Meccanici generali;
  • Elettrici generali.

-        Laboratorio: esercitazione

Ore: 8
Ricerca attiva del lavoro

Il modulo è finalizzato a far acquisire ai partecipanti i principali strumenti per la ricerca attiva del lavoro, quale ulteriore bagaglio formativo indispensabile per ampliare il proprio orizzonte in termini saper ricercare, riconoscere e saper cogliere le opportunità occupazionali.

Obiettivi specifici:

  • Saper ricercare e riconoscere le opportunità lavorative, utilizzando efficacemente i principali strumenti per la ricerca attiva del lavoro
  • Saper cogliere le opportunità attraverso la presentazione efficace del proprio profilo professionale

Contenuti:

-        Realizzazione CV formato Europass;

-        Redazione lettera di presentazione;

-        Inserimento profilo su LinkedIn;

-        Ricerca attiva nei portali web (es., Trentino Lavoro, bacheche online, società di selezione del personale, concorsi pubblici, ecc.);

-        Simulazione di un colloquio.

Ore: 4
Preparazione al tirocinio

Al termine della fase d’aula/laboratorio, il modulo è finalizzato ad illustrare la successiva fase di tirocinio: lo svolgimento dello stesso e le regole che dovranno essere seguite, presentando i diritti e i doveri del tirocinante. Il modulo è svolto attraverso formazione individualizzata per condividere e finalizzare con ciascun partecipante il Progetto Formativo Individuale (PFI), che verrà proposto in corso d’opera. Un estratto sintetico del documento costituirà la scheda “Piano di tirocinio”, su cui verranno indicati gli obiettivi e le attività da svolgere e su cui i partecipanti potranno annotare le proprie osservazioni e autovalutazioni sull’esperienza svolta.

Obiettivi specifici:

  • Saper mettere in atto conoscenze e strumenti per un efficace svolgimento del tirocinio formativo

Contenuti:

-        Condivisione e finalizzazione PFI

  • Finalità del tirocinio, fasi di lavoro, attività;
  • Regole, diritti e doveri del tirocinante;

-        Strumenti di autovalutazione: griglia di osservazione, diario di tirocinio;

-        Predisposizione scheda “Piano di tirocinio”.

Ore: 4
Tirocinio obbligatorio

A seguito della formazione d’aula/laboratorio è prevista una fase di tirocinio obbligatorio di 160 ore in un’azienda locale trentina. Il tirocinio avrà una durata di due mesi/otto settimane, con una frequenza part-time di 4 ore al giorno, ed è previsto come momento fondante di apprendimento esperienziale per offrire ai partecipanti l’opportunità di mettere alla prova, potenziare, sedimentare le competenze apprese in un contesto professionalizzante del territorio.

Si porrà particolare attenzione a mettere il partecipante nelle condizioni di:

  • applicare quanto appreso in aula/laboratorio e quindi di sperimentare le conoscenze acquisite;
  • utilizzare le proprie capacità di analisi e senso critico, le competenze relazionali e le proprie attitudini di problem solving;
  • manifestare il proprio senso di responsabilità nello svolgimento delle attività nel rispetto dei tempi e modi concordati.

Questa fase sarà dunque un’occasione fondamentale per i partecipanti al fine di:

  • conoscere approfonditamente la realtà produttiva, con la possibilità di mettere alla prova le abilità di flessibilità e di capacità di adattamento in contesti e situazioni diverse sempre più richieste dalle necessità lavorative – incluso le più elevate competenze digitali acquisite durante il corso;
  • confrontarsi con le persone che lavorano in azienda ponendosi nella condizione di ascolto, umiltà, curiosità, ma nel contempo anche con spirito critico e iniziativa;
  • instaurare relazioni professionali che potrebbero auspicabilmente continuare (se l’attività avrà esito positivo) anche dopo la conclusione del tirocinio.

Per quanto riguarda le modalità di svolgimento, a stretto contatto con il tutor aziendale e seguiti dal tutor dell’ente promotore, i partecipanti attraverseranno essenzialmente tre fasi.

Fase 1 – OSSERVAZIONE E AFFIANCAMENTO (40 ore)

Durante le prime due settimane, il tirocinante dovrà svolgere un'accurata attività di osservazione della realtà aziendale e del contesto professionale nel quale sarà inserito (breve apprendistato cognitivo); affiancato inizialmente dal tutor aziendale. Per facilitare l’attività, ad ogni partecipante sarà assegnata una scheda di osservazione. Accanto all’osservazione, il partecipante potrà cimentarsi nello svolgimento di semplici operazioni esecutive.

Fase 2 – SPERIMENTAZIONE GUIDATA (40 ore)

Nelle successive due settimane, al partecipante saranno assegnati dei piccoli incarichi di complessità crescente per mettere alla prova le competenze apprese nelle aree di attività individuate da PFI, seguendo il processo che va dall’analisi dei requisiti, allo sviluppo applicativo, al testing; attraverso l’ausilio degli strumenti e le tecniche apprese durante la fase d’aula. Il partecipante svolgerà tali attività con limitata autonomia e sotto la supervisione del tutor aziendale.

Fase 3 – TRAINING CHALLENGE (80 ore)

Nell’ultima fase, di un mese/quattro settimane, il partecipante avrà la possibilità di mettere alla prova e potenziare le proprie competenze in modo via via più sfidante. In particolare, attraverso lo svolgimento di un “training challenge” (project work contestualizzato) concordato su una reale esigenza aziendale potrà seguire l’intero workflow riguardante lo sviluppo di un’applicazione web. Se il risultato prodotto al termine del percorso verrà giudicato rilevante dal tutor aziendale, il partecipante avrà l’occasione di presentarlo ed avere un riscontro dal responsabile esecutivo/dell’unità operativa. 

Ore: 160
Bilancio finale

Da ultimo, a seguito delle fasi d’aula e del tirocinio in azienda, viene svolto un incontro di bilancio di competenze di fine corso, finalizzato a far acquisire ai partecipanti la consapevolezza in merito a quanto appreso, e all’individuazione condivisa dei successivi passi da svolgere per la ricerca/conseguimento di uno sbocco lavorativo.

Obiettivi specifici:

  • Saper riflettere sull’esperienza svolta, evidenziandone gli aspetti di forza e di debolezza
  • Saper elaborare un’autovalutazione relativa al percorso svolto
  • Saper mettere in luce le competenze acquisite in ottica di inserimento lavorativo

Contenuti:

-        Rielaborazione e verifica dell’esperienza (formazione + tirocinio: valutazioni intermedie, autovalutazione dei partecipanti e dossier individuale);

-        Redazione bilancio finale degli apprendimenti e competenze acquisite (messa in relazione con le digital skills definite nel framework e-CF 3.0, UNI EN 16234-1, competenze richieste e praticate nel contesto lavorativo ICT);

-        Sistema Provinciale di certificazione delle competenze (cos’è, come funziona, servizi);

-        Certificabilità delle competenze acquisite in relazione al Repertorio Provinciale;

-        Consegna scheda “Dossier di bilancio finale”;

-        Discussione/individuazione piano di azione per conseguimento di uno sbocco occupazionale dopo il termine del progetto.

Ore: 4
Torna all'inizio